Salta navigazione
Comunicato stampa

Decisione unanime della Corte Suprema in favore di Static Control

Logo Static Control
Static Control 25 mar 2014

Sanford, N.C. - (25 marzo 2014) - Con una decisione unanime, lo scorso martedì, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha disposto che Static Control può fare causa a Lexmark, secondo quanto disposto dalla legge denominata Lanham Act (pubblicità ingannevole), per una questione derivante dal programma sui rimborsi anticipati di Lexmark.

Secondo Actionable Intelligence, "…la Corte Suprema ha stabilito che Static Control rappresenta la tipologia di parte che il Lanham Act si propone di tutelare".

Questo il parere adottato da tutti e nove i giudici, nelle parole del giudice Antonin Scalia: "...Static Control ha asserito in maniera adeguata quella che è stata la causa scatenante principale dichiarando di aver progettato, prodotto e venduto microchip che (1), erano necessari al, e (2), non avevano altri utilizzi se non il, ricondizionamento delle cartucce toner Lexmark. Da tale affermazione si deduce come un qualsiasi tipo di pubblicità ingannevole che abbia danneggiato le aziende preposte alla rigenerazione, ha recato danno anche a Static Control".

Inizialmente fu Lexmark a fare causa a Static Control nel 2002. In un primo momento, Lexmark ottenne una vittoria, quando la corte respinse le domande riconvenzionali che Static Control aveva presentato contro Lexmark. Il caso andò in giudizio nel 2007 con un verdetto della giuria in favore di Static Control. Dopo il processo, Static Control convinse la Corte d'Appello del Sesto Circuito a riammettere le richieste di Static Control relativamente alle Pratiche commerciali sleali e ingannevoli e alla pubblicità ingannevole. Lexmark chiese alla Corte Suprema di riesaminare il caso. La Corte Suprema respinse la richiesta di Lexmark.

Le rivendicazioni di Static Control nei confronti di Lexmark si basano, in parte, sul fatto che quest'ultima abbia falsamente detto alle aziende che si occupano di rigenerazione, che rigenerare cartucce "rimborsate anticipatamente" fosse illegale. Il Lanham Act, un legge statutaria federale, vieta la pubblicità ingannevole. Il tribunale inizialmente respinse la richiesta di Static Control ai sensi del Lanham Act, ma il Sesto Circuito decise di reintegrarla. Lexmark chiese alla Corte Suprema di non tener conto della decisione dal Sesto Circuito.

"Siamo molto contenti del fatto che la Corte Suprema abbia deciso di ritenere Lexmark responsabile delle proprie azioni", ha dichiarato il Presidente Bill Swartz. "Vorrei solo che Ed, il nostro fondatore, mio padre, fosse qui per festeggiare questa vittoria insieme a noi."

"La decisione unanime della Corte Suprema dovrebbe essere un forte monito per Lexmark", ha affermato William London, General Counsel di Static Control. "Abbiamo intenzione di portare avanti la nostra azione legale per pubblicità ingannevole contro Lexmark provando che ne siamo stati danneggiati".

Static Control è il maggiore produttore di sistemi di imaging e componenti non originali a supporto di aziende di rigenerazione cartucce originali all'interno del settore globale delle cartucce laser e a getto d'inchiostro. Dispone di strutture di vendita e distribuzione dislocate in tutto il mondo. Ricerca, sviluppo, progettazione, produzione e distribuzione a livello globale si trovano nella sede centrale mondiale di Static Control, a Sanford, nella Carolina del Nord (USA). Static Control produce in-house più di 10.000 prodotti di imaging e offre un catalogo di oltre 14.000 prodotti di imaging al settore aftermarket.

Tre uomini in giacca e cravatta con braccia incrociate

Questa foto dell'inizio del 2003 è stata scattata poco dopo che Lexmark aveva fatto causa a Static Control. Da sinistra a destra: Bill Swartz, Ed Swartz, fondatore di Static Control e William London, General Counsel di Static Control.

Dirigenti Static Control di fronte al palazzo di un ente pubblico

Questa foto è stata scattata sui gradini della Corte Suprema a dicembre del 2013 in occasione dell'udienza dibattimentale. Da sinistra a destra: Dale Lewis, vicepresidente della produzione progettazione di Static Control; Joseph Smith, avvocato con Bartlit Beck; William London, General Counsel di Static Control; Bill Swartz e Michael Swartz, copresidenti di Static Control.

Condividi
Ricevi le notizie
Iscriviti

Altri articoli